La stanza del traduttore

Raccoglie spaccati di vita, ricordi, frammenti del quotidiano di chi lavora dietro le quinte di un libro: il traduttore, l'autore invisibile per eccellenza.

Bovindo

In più di trent’anni di lavoro le stanze sono state tante, ne ricordo bene 8 e molte molte altre passeggere, postazioni mobili di quando la traduzione te la portavi ovunque, … Continua a leggere

16 maggio 2011 · Lascia un commento

Una impercettibile quiete

La scelta di uno spazio aperto come “stanza di lavoro” non è certo dovuta al bisogno di sentirmi vicino alla natura (della quale, al contrario, non riesco ad apprezzare la … Continua a leggere

12 maggio 2011 · 1 Commento

La postazione mobile

Vivo nella stessa casa da trenta anni, un edificio in mattoni costruito nella prima metà del ‘900 tra vigne e osterie, in una zona che nel corso degli anni ’60 … Continua a leggere

4 maggio 2011 · Lascia un commento