La stanza del traduttore

Raccoglie spaccati di vita, ricordi, frammenti del quotidiano di chi lavora dietro le quinte di un libro: il traduttore, l'autore invisibile per eccellenza.

L’approdo

La mia è una stanza nella stanza. Un grande tavolo in salotto, che galleggia solitario, assediato dalle librerie stracariche, dai mobili, dalla TV, dal passaggio e dalle soste dei familiari. … Continua a leggere

3 settembre 2013

Senza soluzione di continuità

Ne ho avute diverse, di stanze da traduttrice. Ne ho avuta una che era un tutt’uno con il soggiorno, il quale a sua volta era un tutt’uno con la cucina, … Continua a leggere

10 giugno 2013